IL VIAGGIO DI ILARIA E MARC

Stati Uniti e Canada
Questo e il programma del Viaggio di Nozze di Ilaria e Marc; scegli la quota libera, puoi recarti nella nostra
Agenzia a Roma in zona Eur - Via dell' Orsa Minore, 19/21/23   oppure fare il bonifico: cliccando qui. 
Segui le indicazioni riportate sul modulo.

PIANO VOLI
26-09-2022 16:10 Milano, Malpensa (MXP)  18:55 New York NY, John F Kennedy Intl (JFK) 
29-09-2022 10:59 New York NY, Newark Liberty Intl (EWR) 13:26 Phoenix AZ, Sky Harbor Intl (PHX)
11-10-2022 12:00 San Francisco CA, International (SFO)  20:20 New York NY, Newark Liberty Intl (EWR) 
24-10-2022 22:20 New York NY, John F Kennedy Intl (JFK) 12:15 Milano, Malpensa (MXP) +1

ITINERARIO:
PHOENIX - GRAND CANYON KM 432
GRAND CANYON - LAS VEGAS KM 450
LAS VEGAS - LAGUNA BEACH  KM 446
LAGUNA BEACH - SANTA BARBARA KM 236
SANTA BARBARA - MONTEREY KM 382
MONTEREY - SAN FRANCISCO KM 191
SAN FRANCISCO - NEW YORK 
NEW YORK - SYRACUSE KM 397
SYRACUSE - NIAGARA FALLS KM 262
NIAGARA FALLS - TORONTO KM 132
TORONTO - KINGSTON KM 263
KINGSTON - OTTAWA KM 197
OTTAWA - MONTEBELLO (KM 85) - Omega Park
MONTEBELLO - TROIS RIVIERES KM 238
TROIS RIVIERES - QUEBEC CITY KM 129
QUEBEC CITY - STOWE (VERMONT) KM 375
STOWE - EMERALD LAKE STATE PARK
ALBANY (Vermont) KM 285
ALBANY - NEW YORK KM 243
New York City
Soprannominata la Grande Mela, New York, cosmopolita per eccellenza, resta una delle mete turistiche più
desiderate del mondo, un set che non smette mai di ispirare scrittori e registi. New York raccoglie il meglio dell'arte,
del design, dell'architettura e della musica di tutto il mondo. Luogo di sogni ed emblema del "nuovo mondo", New
York è simbolo del viaggio oltreoceano, di culture e stili diversi che ogni giorno si incontrano nella sua frenetica e
ricchissima quotidianità extra-ordinaria. "The city that never sleeps..." recitano gli U2 in una nota canzone, è il
luogo ideale dove vivere un'esperienza diversa e scoprire le sue più incredibili realtà caratterizzate da musei ( tra i
più noti Metropolitan Museum of Art, il Solomon R. Guggenheim Museum, l’American Museum of Natural History e il
Museum of Modern Art), parchi sconfinati, centri commerciali, locali di ogni stile e gusto in cui, da una settimana
all'altra, nascono nuove idee, nuove tendenze, nuove mode che da qui si propagano nel resto del mondo. Un viaggio a New York non può dirsi completo senza un assaggio di ciascuno dei suoi meravigliosi 5 distretti “ i boroughs”: Brooklyn coi suoi magnifici archi gemelli in stile gotico e il famosissimo Ponte che costituisce una delle attrazioni e dei simboli di New York; Queens che ospita centri d’arte, oltre 2.800 ettari di parchi, il famoso Unisphere, il globo gigante di metallo e la popolazione etnicamente più varia del mondo; Staten Island raggiungibile con il
divertentissimo e gratuito traghetto Staten Island Ferry, che di per sè è un’attrazione turistica; il Bronx che ha più
zone dedicate ai parchi di tutti gli altri distretti, possiede un un celebre giardino botanico, uno zoo di fama
internazionale, ville sontuose, luoghi di importanza storica, una Little Italy, spiagge, e un’isola che ricorda un
villaggio di pescatori del New England. Ed infine Manhattan con la mescolanza di tesori architettonici, vitalità:
grande musica e autentica cucina afro americana ad Harlem; i favolosi negozi dell’Upper East Side; il “Museum Mile”con il suo straordinario numero di centri culturali internazionale; e ancora Central Park, il Greenwich Village e
Chinatown. Tra le tantissime novità per quanto concerne le attrazioni turistiche di New York troviamo; la Phoenix
Family Thrill Roller Coaster aperta a Coney Island, alta 20 metri, la nuova corsa delle montagne russe
raggiungerà una velocità di quasi 55 km all'ora; lo straordinario SUMMIT, la più recente piattaforma di osservazione
di NYC posta sulla sommità del nuovo grattacielo iconico One Vanderbilt.ch. SUMMIT porterà i visitatori al punto di
osservazione più alto di Midtown con vista sul Chrysler Building, sull’Empire State Building e a nord di Central Park,
e sulle sporgenze del pavimento in vetro che sovrastano oltre 305 metri sopra Madison Avenue.
Phoenix
Phoenix, soprannominata Greater Phoenix nella Valley of the Sun, è una grandissima città moderna, circondata dal
deserto e da qualche arida catena montuosa. L’area urbana di Greater Phoenix si suddivide in un buon numero di
centri cittadini minori, e i più interessanti sono la periferica Mesa, Scottsdale, elegante località in stile western, e
Tempe, la zona universitaria a est della città. La capitale dell’Arizona ospita ricchi e stimolanti musei come l' Heard
Museum, un elegante edificio bianco dedicato alla storia, alla cultura e ai riti dei nativi americani di Arizona, Utah e
New Mexico, Phoenix Art Museum Arizona Science Center per gli appassionati di scienza e tecnologia. Musical
Instrument Museum che vanta un’insospettabile, fantastica collezione di strumenti musicali di ogni tipo e forma. Tra iluoghi di interesse naturale meritano: il Papago Park  dove –  oltre ad alcuni campi da golf – si trovano vaste distese desertiche puntellate di cactus saguaro, curiose aree lacustri, tozze montagnole dalle forme surreali e aridi paesaggi western di cui si ha una suggestiva vista dalla finestra rocciosa dell' Hole in the Rock; il Desert Botanical Garden, un favoloso giardino a tema desertico, dove “fioriscono” cactus di tutti i tipi e colori, disseminati lungo percorsi ben strutturati e facili da seguire. Nell'area urbana di Phoenix troviamo Scottsdale, nota soprattutto per la sua caratteristica Old Town, nella quale si può vagare senza meta, immergendosi in una coinvolgente e pittoresca atmosfera western: negozi di souvenir a tema, edifici ricostruiti in stile primo-novecentesco, bizzarri tizi con il cappellone a tesa larga che passeggiano sui ballatoi in legno, statue di indiani e cowboy a cavallo, qualche inquietante teschio di animale appeso sulla facciata di ristoranti, saloon e ranch dove fare il rodeo su tori meccanici. Più a nord, in pieno deserto, si trova Taliesin West, la residenza-studio che il noto architetto Frank Lloyd Wright costruì negli ultimi anni Trenta del secolo scorso il cui concept strutturale prevedeva  l’utilizzo di materiali biologici come legno, roccia, vetro e calcestruzzo, fusi insieme a creare la cosiddetta architettura biologica, di cui Wright è stato mirabile artefice. Sempre a nord di Phoenix, in località Arcosanti, si trova il prototipo di città ideale progettato da Paolo Soleri,architetto italiano che in Arizona ha frequentato Lloyd Wright e ideato il concetto di arcologia, teoria architettonico  ecologica degli anni Sessanta che mira alla costruzione di edifici arcuati dall’aspetto fantascientifico, alveari umani che regolamentino l’urbanizzazione, impedendo la sovrappopolazione e gli sprechi ambientali. Tra Flagstaff e Phoenix troviamo Sedona, una località nota per conservare  un patrimonio naturale di grande fascino, diremmo “mistico”: circondata da monoliti, palazzi rocciosi e altre surreali forme di pietra rossa come Cathedral Rock, Bell Rock, Devil's Bridge e Montezuma Castle National Monument  per citarne alcuni.
Grand Canyon
Il Grand Canyon , conosciuto per le rocce dalle sfumature rosso-marrone, gli ampi canyon e il fiume dalle acque
verdi-blu, è una delle sette meraviglie moderne del mondo. Il parco è diviso in due aree ognuna con il proprio
accesso. Grand Canyon South Rim è la sponda sud ed ha un’elevazione massima di 2.074 mt. E’ aperta tutto l’anno ed è la parte più facilmente accessibile ed anche la più visitata. Il South Rim è l’icona classica universalmente nota dove i tramonti sono mozzafiato, quando le rocce si tingono di tutte le sfumature del rosso. Uno dei siti più interessanti nella South Rim è il Grand Canyon dove si trovano vari servizi e negozi che vendono tipologie di mercanzia, come per esempio: souvenir del Grand Canyon, artigianato dei nativi, articoli per il campeggio, articoli per per praticare varie attività sportive (es: hiking e rafting). Non mancano anche alloggi, ristoranti, luoghi dove prenotare tour nel parco e punti di partenza per gli shuttle che conducono ai punti d’osservazione. Il Mather Point è il belvedere più popolare di questa sponda e quindi molto affollato, probabilmente per la sua vicinanza al Visitor Center. Dallo Yavapai Point invece, a circa 1 km da Mather Point, si ha la vista più vicina del fiume Colorado e ottima per ammirare il tramonto. Le Havasu Falls, all’interno dell’omonimo Canyon, sono delle cascate e piscine naturali che tolgono il fiato per la loro bellezza, per il contesto di parete di roccia rossa che le avvolge e per il color smeraldo dell’acqua dell’Havasu Creek, il ruscello in cui si può anche nuotare lungo il suo percorso. Percorso tuttavia molto impegnativo che va fatto all'alba per via della calura e che richiede la prenotazione di almeno una notte in un lodge del posto come richiesdto dagli indiani. Grand Canyon North Rim è la sponda nord ed ha un’elevazione massima di 2.529 mt. accessibile solitamente da metà maggio a metà ottobre ed è una zona un po’ meno turistica anche se ricchissima di fascino e di natura incontaminata. Tra i vari percorsi il Bright Angel Point che senza troppa fatica si ha una vista spettacolare del canyon; il North Kaibab Trail durante il quale s’incontrano le Ribbon Falls, cascate sacre che nella caduta finale prima di gettarsi nella pozza, accarezzano una parete rocciosa ricoperta di muschio creando un insolito effetto. Nel versante ovest,parte del Grand Canyon gestita dalla Hualapai Tribe (che vive in quell’area), è stato costruito nei pressi di Eagle Point lo spettacolare Glass Skywalk una passerella in vetro lunga 21 metri a forma di ferro di cavallo con pavimentazione trasparente posta a 1.450 metri di altezza e protesa su uno spettacolare scorcio del canyon scavato dal fiume Colorado.
Las Vegas
Las Vegas o "Sin City", ovvero la città del peccato, è considerata la capitale mondiale dell’intrattenimento, un grande palcoscenico che offre spettacoli, concerti e avvenimenti sportivi mondiali, ristoranti d’alta cucina, shopping, Spa esclusive, campi da golf, un’elettrizzante vita notturna e casinò. Las Vegas ha uno skyline e un’architettura con temi d’ogni genere, che si condensano su una delle strade più trafficate al mondo,la Strip Boulevard. Un pot-pourri di stili; dal design moderno del New York- New York, alla ricostruzione di celebri città come Parigi e Venezia, passando per lo stile medievale dell'Excalibur, finendo con le antiche piramidi e sfingi egizie del Luxor. Una delle attrazioni principali è quindi la visita dei numerosi hotel "kitsch" che si ergono sulla Strip, lunga ben 6 km, facilitata dalla monorotaia che la percorre. Altra attrazione da non perdere è sicuramente lo spettacolo gratuito delle Fontane del Bellagio le quali durante lo show offrono una suggestiva coreografia con spettacoli di acqua, luce e musica. Monterey, 17 Miles & Carmel-by-the-Sea Quando parliamo di Monterey non ci riferiamo solo alla tranquilla cittadina della California centrale ma anche alla sua bellissima penisola, ricca di affascinanti paesaggi costieri dove si alternano spiagge sabbiose e rocce a strapiombo. Siamo appena a nord della regione di Big Sur che ha il suo limite settentrionale a Carmel by The Sea, a confine con la Monterey Peninsula. La città di Monterey dista da San Francisco circa 185 km e da Los Angeles circa 530 km  Tra le caratteristiche della cittadina troviamo Old Fisherman’s Wharf Il vecchio molo di Monterey e la sua via più celebre, Cannery Row, famosa per l’omonimo romanzo di John Steinbeck che raccontava la vita in questa via ai tempi della Grande Depressione, ricca di locali, ristoranti e negozi di ogni tipo. Assolutamente da non perdere la vicina Carmel by the sea un villaggio gioiello, una rarità fra le città americane, famosa per le vie ordinate e i negozi chic, le casette in stile fiabesco, la sua bellissima Missione, una non trascurabile vocazione artistica, una spiaggia incontaminata, Tor House la famosa casa di pietra del poeta Robinson Jeffers. Prezzo d’ingresso a 10 dollari e apertura dal venerdì al sabato dalle 10 del mattino alle 3 del pomeriggio. Sulla penisola di Monterey si trova una delle strade panoramiche più belle della California e del mondo, la 17-Mile Drive. A dispetto del nome, non misura diciasette miglia, ma tredici e si snoda lungo la costa del Pacifico da Pacific Grove a Pebble Beach, tra spiagge bianche e selvagge, scogliere e campi da golf tra i più esclusivi al mondo (si dice che le quote di iscrizione siano da capogiro). Uno degli ingressi è a Pacific Grove Gate, ad un paio di minuti di auto dal centro di Monterey. Trattandosi di una strada privata, è richiesto il pagamento di un pedaggio di 10$ a veicolo, dopo il quale vi sarà consegnata una mappa con indicati i migliori punti panoramici.
San Francisco
San Francisco è considerata una delle maggiori città del mondo. Famosa per le grandi case in stile vittoriano, i suoi
cable car, la sua accettazione del diverso, il bel lungomare e il famoso ponte rosso, alla “City by the Bay” non manca veramente nulla. Scegliere dove andare è assai difficile. Il Golden Gate Bridge Park è uno dei luoghi più iconici in città e ha viste spettacolari; da qui si può percorrere a piedi o in bicicletta il ponte fino a Marin Headlands. Oppure rimanere sul lato di San Francisco e passeggiare fino al San Francisco Palace of Fine Arts, il Presidio o Lands End, un parco frastagliato, spazzato dal vento dove potete guardare le balene e osservare i resti dei Sutro Baths. Il Fisherman’s Wharf richiama i turisti con la sua atmosfera marinaia e gli straordinari ristoranti di pesce; volgete lo sguardo all’oceano e vedrete un’altra affascinante destinazione da non perdere, l’isola di Alcatraz. Le movimentate piazze di Union Square e Ghirardelli Square offrono possibilità di shopping e altri ottimi ristoranti. Il patchwork di quartieri distinti presenti in città, Mission District, Chinatown, North Beach, Haight-Ashbury, Nob Hill e tanti altri, offre infiniti diversivi, dal mattino alla sera.
Toronto
Tra le città più affascinanti del Canada, Toronto rappresenta una delle prime della lista. Si tratta di una località
capace di stupire fin da subito per la sua estensione e per l’elevato numero di abitanti. In effetti, su una superficie di
più di 630 kmq, infatti, risiedono oltre 4.200.000 persone. Toronto si trova affacciata sul Lago Ontario, immersa
nella regione dei Grandi Laghi, all’estremo sud del territorio canadese. Dista poco più di 130 km dal confine con gli
Stati Uniti. Natura, civiltà, a Toronto le cose da vedere sono tantissime.
La capitale della provincia dell’Ontario è la località più grande del territorio canadese, allo stesso momento si
differenzia dall’immagine normalmente associata alle metropoli. A distinguerla da alcune famosissime località
statunitensi è il suo richiamo più “europeo” e il fatto di essere una meta estremamente vivibile. Per tale motivo,
rappresenta la scelta ideale per persone di tutte le età, da chi è in cerca di lavoro alle famiglie che desiderano
concedersi una lunga vacanza. Da sempre considerata un punto di riferimento economico per tutto il Nord America, Toronto si caratterizza per il numero importante di attrazioni, sia naturalistiche che architettoniche. Ad attirare turisti non solo nel periodo estivo sono laghi e parchi, ma anche il fascino multiculturale. Nei quartieri di Toronto invece convivono in piena armonia usi e tradizioni ben diverse tra loro. Ricordati di visitare i quartieri “stranieri storici” come Chinatown e Little Italy, che vanno visti.
Kingston
Kingston è una cittadina canadese, nella provincia dell’ Ontario. Sorge sulle rive del grande fiume San Lorenzo,
proprio dove questo confluisce nel mastodontico Lago Ontario. Kingston è nota per due ragioni: è stata la capitale
del Canada prima di Ottawa; è uno dei punti di accesso al Thousand Island National Park.
Kingston, antica capitale del Canada, è una cittadina facile da esplorare. Dal porto di Kingston partono le
minicrociere alla scoperta del cosiddetto arcipelago delle mille isole (formato da oltre 1800 piccole isole ) - Thousand Islands. La crociera, della durata di 3 ore, si estende nelle acque del Fiume S.Lorenzo e del Lago Ontario; ci  troviamo proprio sul confine fra la regione dell'Ontario e lo Stato di New York. 
Ottawa
Ottawa è una città a misura d’uomo. Sicuramente è in grado di fare felici gli appassionati d’arte ed architettura, ma
anche chi cerca svago e divertimento. Austera ma anche moderna e vivace, accogliente e al contempo elegante,
Ottawa sa intrattenere i suoi ospiti come poche altre città del Nord America. Scopriamo nel dettaglio cosa vedere a Ottawa. Situata sulla sponda meridionale del fiume omonimo, è al confine tra le province dell’Ontario e del Quebec. Ottawa conta circa 930.000 abitanti, essendo la capitale federale del Canada. La città attuale è il risultato della fusione avvenuta nel 2000 tra la città vecchia di Ottawa e dieci municipalità limitrofe.
A Ottawa le cose da vedere sono numerosissime. Senza dubbio la Collina del Parlamento, con la Peace Tower e il
Centre Block sono tra le principali cose da vedere in città.
Quebec City
Quebec City è la capitale del Quebec. Annoverata tra le città più antiche di tutto il Nord America, bagnata dalle
acque del San Lorenzo possiede un centro fortificato denominato Vieux Quebec considerato tesoro del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Quebec City è una cittadina dall'ambiente romantico che sorprende per i suoi tratti urbanistici, la maestosità e l’importanza storica che ha rivestito per il Canada. Tra gli edifici più belli e famosi della città si possono considerare il Parlamento Provinciale del Quebec;la Cattedrale di Notre Dame de Quebec, sede dell’arcivescovo e prima Chiesa cattolica canadese;l’Università Laval, una delle più antiche università delle Americhe; i numerosissimi musei: il Musée de la Civilisation, il Parc-de-l’Artillerie e il Centre d’Art Maison Blanchette; gli splendidi panorami dalla Terrasse Dufferin: costruita nel 1838, sorge ai piedi del simbolo della città, lo Chateau Frontenac. Lungo quasi 400m, offre un panorama spettacolare della città di Quebec e dei suoi dintorni, con il fiume San Lorenzo che scorre sotto;la Promenade des Gouverneurs: accessibile dal Terrasse Dufferin, costeggia il fiume e offre scenari incantevoli. Curioso è poi passare dalla Citadelle, che è una vastissima fortificazione davanti la quale d’estate si può assistere anche al cambio della guardia, alla vista del fiume San Lorenzo, attrezzato anche con slittini per la stagione invernale. Ed è qui che si vede benissimo la divisione di Quebec City tra la parte alta, più antica e raccolta, e la parte bassa, più ampia e moderna: proprio il dualismo tra passato e presente è il punto forte della città. 
Spostandosi di poco e facilmente dalla cittadina poi, si possono visitare altre caratteristiche zone. Infatti, circa un
quarto d’ora e un unico ponte collegano Quebec all’Ile d’Orléans. Questa è sicuramente una tappa d’obbligo per il
famoso e tradizionale sciroppo d’acero ma anche per la marmellata di miele, il burro, la mostarda, il ketchup e lo
sciroppo di mela di ghiaccio. Appena al di fuori della città, inoltre, ci sono le cascate Montmorency, la cui
particolarità sta nel fatto che sono raggiungibili attraverso il fiume nella stagione invernale con appositi slittini poiché l’acqua si ghiaccia. Nella stagione primaverile e in quella estiva invece possono essere osservate da diverse prospettive grazie a strutture in legno costruite fino in cima alle cascate. Sempre a pochi chilometri da Quebec City la cittadina di Wendake dove si può osservare la cultura indiana nativa di queste parti

Amenia Viaggi di Sa.geco S.a.s. -  Agenzia Viaggi Roma Eur -  Via dell' Orsa Minore , 19/21/23  -  amenia@email.it  -  aut. reg. 2422 del 27/09/1998 - Licenza Iata

Hotel e Villaggi - Crociere - Viaggi di Nozze - Matrimoni all' estero - Tour Organizzati - Eventi - Vacanze Sportive - Camps - Soggiorni Studio - Biglietteria Aerea